Ritorno alla home page della Provincia di Milano  Ritorno alla home page del Settore Cultura
» Presentazione

Passions - Maria Grazia Lunardi Gherardini - Dal 23 settembre al 15 ottobre 2004
Dal 24 marzo al 15 aprile si tiene, presso lo Spazio Guicciardini della Provincia di Milano, in Via Guicciardini 6, la mostra "Approdi e partenze", dedicata all’opera di Isabella Cuccato, e promossa dalla Provincia di Milano.

I quadri qui esposti possono essere riportati a due diverse inclinazioni: da un lato un modo di rappresentare più architettonico, con una serie di città immaginarie fatte di cabine e capanne, tende e palazzi, fortezze e rovine. Idee e figure elementari estratti dal reale e che compongono paesaggi.

QuadroDall’altro una propensione più scopertamente onirica, con barche popolate di figure pensose e colorate, galleggianti su mari color petrolio; o con figure di donne e bambini imbozzolate e quasi prigioniere di vesti fortemente decorative; o con paesaggi dai quali affiorano rovine antiche e dove il tempo si fissa in una strana compenetrazione di natura e artificio.

E’ una mostra che include cicli diversi. Per spiegare quel dualismo, si possono richiamare due fatti: il primo è la formazione da architetto. Isabella Cuccato ha infatti studiato architettura prima al Politecnico di Milano e poi all’Istituto Universitario di Venezia, dove si è laureata nel 1978 con Aldo Rossi, uno dei principali Maestri italiani. L’antica passione per il disegno e l’insegnamento di Rossi sono alla base di un modo tutto mentale e incantato di rappresentare.

Il secondo elemento è l’origine veneta e la familiarità con paesaggi di antica tradizione figurativa, dove la pittura sembra far corpo con il reale sino a risolversi in esso. C’è una "visionarietà" della pittura veneta che non esclude l’adesione al reale ma lo suppone. E c’è un esotismo e una propensione orientaleggiante che tornano nei quadri sino a farsi "viaggio d’oriente". La pittura muove dai paesaggi e dalle città ma li trasfigura in un mondo prepotente e parallelo.

QuadroIsabella Cuccato (nata nel 1947 nei pressi di Treviso) ha lavorato per molti anni per commesse pubbliche e private in Italia e all’estero, costruendo, su pareti e grandi tele, una pittura d’interni e di paesaggio intensa e di respiro disteso. Ha inoltre esposto in mostre personali che hanno coinciso con fasi diverse d’immaginazione.
A Martina Franca, presentata da Mario De Micheli, ha esposto nel 1993; a Mantova in Palazzo Ducale, presentata tra gli altri da Giovanni Raboni e Vivian Lamarque, nel 1997; a Lisbona, presso la Sociedade Nacional de Bellas Artes, presentata da Rossana Bossaglia e da Fernando de Azevedo nel 2000; a Tortosa in Spagna, presentata da Giorgio Seveso e Carlos Martí Arís nel 2001; ad Atene e Salonicco, presentata da Rossana Bossaglia e Guido Canella nel 2002 e 2003; in diversi aeroporti internazionali con Alitalia a partire dal 2002.